Astensionismo Politico.

.
.
.
da Il Firenze di ven. 11,
articolo di Aldo Torchiano:
.
.
Facile preconizzare l' esito elettorale di questa tornata:
vincerà l' astensione.
L' altissima percentuale di indecisi, o di decisi a non votare, prefigura la più alta percentuale della storia di italiani che non ritireranno la loro scheda. E che sorbiranno, inesorabile, il coro di biasimo del giorno dopo.
Proviamo a guardare le cose con un' ottica diversa:
i cittadini parteciperebbero volentieri, ma non possono,
perchè ad astenersi sono i politici in competizione.
Sono i partiti incapaci di produrre novità sostanziali, perchè si astengono dalla funzione propositiva della politica. Sono i media, incapaci di offrire un panorama imparziale e completo, che si astengono dall' offerta elettorale. Sono i leader che si candidano a premier ad astenersi da un ruolo guida, nel momento in cui si matengono al di fuori - e forse al di sotto - delle aspettative degli italiani.
Facciamo qualche esempio: avete sentito parlare di una strategia precisa per il rilancio del potere d' acquisto? Avete coltoidee chiare per risollevare l' ecnomia di un Paese a crescita zero? Sareste pronti a scommettere che tra qualche mese la Campania sarà uscita dall' emergenza rifiuti?
Chi si astiene dal dare risposte è la politica.
"Ci troveremo davanti una situazione difficile" ha detto Berlusconi.
"Dovremo fare i conti con uno stato di cose molto grave" ha fatto eco Veltroni.
Spallucce contro spallucce, davanti alle inquetudini degli elettori.
.
.
.
..e mi trovate daccordo.
purtroppo.
.
.

sketch by Ucciola on DeviantArt

http://ucciola.deviantart.com/art/Log-s-tribute-72412179

2 commenti:

parlamipiano ha detto...

Riguardo alla spazzatura avrei un'idea. Quando ero piccola e dovevo mangiare il risotto,di cui non ero molto entusiasta, lo spiaccicavo su tutto il piatto e poi con la forchetta incominciavo dal mezzo ogni volta risistemandolo per benino. Infatti immaginavo che il riso fosse una grande discarica puzzolente e tutto intorno al piatto ci fossero abitazioni con abitanti disperati per l'odore e perchè non potevano usufruire di quello spazio. Così nella mia fantasia la forchetta non era altro che un alieno spaziale che vagava nell'universo alla ricerca di cibo per il suo capo che stava morendo di fame. E quando scopre tutto quel "ben di dio" pensando di rubare cibo agli umani arriva sempre di notte, fa pochissimo rumore e ricopre i vuoti che crea, ma quando gli umani si accorgono di tutto gli fanno dei gran festeggiamenti e gli permettono di venire a prendere il "cibo spazzatura" quando e quanto ne vuole fino a liberare definitivamente tutto lo spazio !! E finalmente il riso era FINITO!!

Asgaroth ha detto...

mwahahahahahahahahahahahaha X°°°DDDD
ci credo che sono venuta su stramba,
guarda che mamma XDD!!!

..cmq anche Futurama ci propone la stessa idea..facciamone una grande palla e spediamola in the sky XDD!!

*e ovviamente useremo i politici italiani come collante..*