no, ora mi dovete dire se vi sembra normale

quello che segue è il cartellone pubblicitario (accompagnato da altri sulla stessa scia) che dall' apertura di Pitti Uomo tappezza Firenze e dintorni.


Allora,
io non sono credente e quindi non mi sento minimamente offesa da questo cartellone, anzi avendo per altro studiato proprio grafica pubblicitaria devo dire che chi l' ha progettato si becca un bel 10 e lode, però..
oky, oky, tutti noi abbiamo fatto questa battuta "Dio perdonali perchè non sanno quello che.." [e qui la parola cambia a seconda della situazione] almeno una volta nella vita, da bravi blasfemi miscredenti quali siamo, però porca puttana trovo che ci sia una gigantesca differenza tra farla fra di noi in maniera colloquiale, o scriverla a caratteri cubitali, per altro affiancata da un Cristo in croce morente.. dai qui siamo decisamente sfociati nel pessimo gusto!!
sono la prima a dire che la chiesa ci stà fracassando i cosidetti cercando di infilare (dove non sia già riuscitaa farlo) i suoi tentacoli in affari statali che minimamente la dovrebbero interessare, e mi accodo anche a chi vorrebbe togliere i crocifissi dalle aule visto che fino a prova contraria, per lo meno le scuole pubbliche, non sono scuole cattoliche, ma luoghi dove si insegna la cultura e non la religione; ma sono anche la prima ad essere convinta che si debba portare rispetto verso chiunque, e questo cartellone che blasfemizza, ma soprattutto commercializza, il sacrifico del figlio di Dio, il momento più catartico della religone cattolica, è decisamente tutto fuorchè rispettoso di qualcosa o di qualcuno.






mah,
sarà io che son retrogada.



*


2 commenti:

Eva Luna ha detto...

A prescindere da qualunque considerazione etica/morale (echepalle), è veramente brutto l'accostamento! Ma a cosa diavolo stavano pensando?? Bah. La volgarità ci inghiottirà tutti e ci digerirà con un bel rutto. Evviva.
P.S. Le citazioni solenni per gli spot pubblicitari sono una delle cose più ridicole/offensive per l'intelligenza che abbia mai visto.

Pavona* ha detto...

@ Eva Luna:
più che una questione etica/morale io ci vedo una questione di rispetto (mancato), che per me è una costante fondamentale della vita.
Oltre al fatto che, si, è veramente brutto -_-