lassù c'è qualcuno che non mi vuole affatto bene

.
.
.
sono bianca come il latte. cè stato un tempo fantastico tutto il mese. miracolosamente ho la domenica libera. unite queste tre cose e cosa ne esce fuori? mare, ovviamente. ed è così che alle le 9 e 20 di domenica 13 giugno 2010 la coppia fede + ale parte alla ventura della costa livornese, ignari che la sventura per loro è un po' come la nuvola di fantozzi.
che qualcosa non va se ne rendono conto appena si apprestano all' uscita per livorno della FI PI LI [l' autostrada non ci piaceva].. improvvisamente senza nessun cartello di preavviso si para davanti a loro una coda di macchine completamente immobili. tempo di percorrenza dei 100 metri che li divide dall' uscita laterale per la zona industriale/portuale di livorno: 45 minuti. fermi sotto il sole, oltretutto. dopo una mia semi crisi isterica terminata in una raffica di madonne riusciamo cmq ad uscire, finendo così in una zona completamente abbandonata da dio e ovviamente del tutto priva di qual si voglia cartello di indicazione. non so come ma dopo una mezz' ora passata a vagare fra i casermoni e le raffinerie riusciamoa imboccare la strada per grosseto, decidiamo che la nostra meta sarà castiglioncello. ovviamente una volta rrivati li ci imbattiamo nella festa del pesce, che occupa tutta la strada principale del paese, indi per cui veniamo dirottati verso strade a noi ignote. tempo di percorrenza per riuscire a uscire dal dedalo delle stradine di castiglioncello: 30 minuti. alla fine si sono fatte le 12 e 30, abbiamo fame e siamo abbacchiati: ci incamminiamo alla festa del pesce, ma di bestie marine neanche l' ombra è_è entriamo così in una piccola friggitoria e ci pappiamo una bella frittura. costo di un piattino: 10 euro. vorrei morire, ma ormai ci siamo e quindi mare. scendiamo alla volta della spiaggia e siccome non ci ero mai stata, ci facciamo tutta la camminata sul lungospiaggia, che saranno 6/7 minuti [ricordatevi di questa camminata, percè ritornerà] alla fine optiamo per stanziarci su uno scoglietto, io mi imbevo bene bene di crema protettiva e mi spalmo al sole.
haha
ore 13 e 30: il sole se ne va.
via, sparito, avvolto da una coltre di nuvole sempre più minacciose. decido che non è fisicamente accettabile e praticamente correndo mi tuffo in acqua [non sia mai che dopo 2 ore e mezza passate in auto non riesco nemmenoa farmi un cazzo di bagno in mare]. guazziamo per un po' ma alla fine si alza un vento troppo freddo e siamo costretti ad uscire. operazione che coprende l' arrapicarsi su per gli scogli, dove ovviamente mi ferisco ad una gamba [si, proprio come garibaldi]. arrivati agli asciugamani decidiamo che anche se non cè più il solo possiamo cmq provare a rimanre, magari nel pomeriggio rimigliora. non fosse che gli addetti alla festa dle pesce arrivano e ci avvertono che devono montare i fuochi d' artificio per la sera, proprio sui nostri scoglietti ç_______ç veniamo praticamente scacciati! moralmente affranti ci dirigiamo verso l' altra metà della passeggiata che non avevamo fatto prima, e indovinate un po'? nella piazzetta al suo termine ci sono i banchetti alimentari della festa del pesce.. fritture a 5 euro °_°
completamente rovinati dalla vita ci avviamo mestamente alla macchina, e per gioire si mette pure a piovere. arrivati a casa, siccome al peggio non cè mai fine, scopro che altre al danno (la giornata) cè pure la beffa (la mia abbronzatura): ricordate quei miseri 5 minuti da passeggaia che avevamo fatto, ovviamente senza protezione, prima di metterci sugli scogli?? beh tanto sono bastati perchè mi sia razzata le spalle col segno su quella destra della borsa da mare, e una simbatica striscia bianca che mi attraversa il seno destro visto che avevo pure la borsetta a tracolla T_T roba da non credere. e a me il mare non piace nemmeno.
.

.

ma se ero andata a lavorare non era meglio?

.

.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ahahahah dire Fantozzi day è dire poco! Poveri Lovi!

Midnight*

Smilla* ha detto...

-______________________-